venerdì 11 marzo 2011

JAPAN: Terremoto/Tsunami ultimo aggiornamento: 11 marzo, ore 14:49 (Video-Foto) News

JAPAN: Terremoto/Tsunami ultimo aggiornamento: 11 marzo, ore 14:49 (Video-Foto) News

Tokyo - Secondo l'Agenzia meteorologica giapponese la scossa registrata alle 14.45 ora locale è stata la più potente mai registrata nel Sol Levante. Epicentro a una profondità di 24,4 chilometri. L'onda anomala ha travolto una nave con 100 persone a bordo. Chiusi aeroporti, metro e ferrovie. Incendio nella centrale nucleare di Onagawa. Il governo: "Nessuna fuga radioattiva". Evacuati 2mila residenti della zona. Frane e crolli nella capitale. La gente nelle strade (VIDEO 1- 2 - 3 - FOTO). Il premier convoca una riunione di emergenza. Pronte 30 squadre di soccorso Onu. Farnesina: attivato il numero telefonico dedicato agli italiani: 055/2779254. Allerta maremoto in tutto il Pacifico, dall'Australia al Cile: l'onda anomala attesa a breve sulle coste delle Hawaii

Tokyo, 11 mar. - Un potente terremoto di magnitudo 8.9 della scala Richter e' stato registrato a 150 chilometri dalla costa del Giappone. Subito è stato lanciato un allarme di tsunami con onda anomala di almeno sei metri. L'intensita' del sisma, inizialmente fissata a 7.9 e' stata innalzata a 8.8 dallo Us Geological Survey Said. Alla scossa iniziale, con epicentro a 130 chilometri a est di Sendai e 373 chilometri nord-est di Tokyo e a una profondita' di 24,4 chilometri, sono seguite altre scosse di assestamento.

Per avere un'idea del bilancio delle vittime bisognerà attendere: al momento il bollettino ufficiale parla di almeno 91 morti e decine di dispersi. I feriti sarebbero almeno 100 e fra i dispersi ci sarebbero alcuni bambini risucchiati in mare, secondo quanto riportato dal canale Nhk. Ma la cifra delle vittime è destinata tragicamente a crescere. Lungo la costa di Sendai City sono strati trovati i corpi senza vita di 200-300 persone. Lo tsunami ha inoltre travolto una nave con 100 persone a bordo.



Quarantotto persone, tra le quali 23 studenti, sono dati per dispersi nel porto di Ofunato, nel nord est del Giappone.

Il terremoto ha provocato una serie di incendi nella capitale. Le immagini in tv mostrano una raffineria in fiamme alle porte di Tokyo. L'aeroporto di Narita, vicino alla capitale, e quello di Sendai, sono stati chiusi.

Dopo la potente scossa è scoppiato un incendio nel locale turbine della centrale nucleare Onagawa della prefettura di Miyagi, nel nordest del Giappone. L'incendio è stato domato dopo alcune ore. Il governo di Tokyo ha assicurato che non si sono verificate fughe di radioattivita' dalle centrali ma ha dichiarato una situazione di emergenza sull'energia nucleare.

Un filmato andato in onda sull'emittente pubblica NHK ha mostrato numerose auto sommerse dall'onda del mare Kamaishi, nella prefettura Iwate, mentre l'onda di 4,20 metri dello tsunami si abbatteva sulla costa.

La prima scossa è stata registrata alle 14.45 locali. Alcuni edifici di Tokyo sono andati in fiamme.

In seguito al terremoto è scoppiato un incendio in un impianto siderurgico di Chiba. Lo ha riferito l'agenzia Kyodo, precisando che dopo il sisma ci sono state anche numerose frane che potrebbero aver sepolto diverse persone.

A Tokyo, l'emittente NHK parla di edifici in fiamme e molti feriti, spiegando che tra i danni prodotti dalla forte scossa di 8.9 , ci sono anche crolli di tetti in diversi edifici di Tokyo e Yokohama. Nella capitale vengono segnalati blackout elettrici e fughe di gas in diverse zone.

La regione nordorientale del Giappone era gia' stata colpita da un forte sisma di magnitudo 7.3 della scala Richter mercoledi' scorso che non aveva provocato vittime.

A Tokyo si è riunito il gabinetto di crisi e il governo ha deciso di inviare i militari nella prefettura d Miyagi. Otto aerei del ministero della Difesa controlleranno dall'alto i danni provocati nelle aree piu' colpite. Intanto a Tokyo e' stato sospeso il traffico della metropolitana e della veloce ferrovia leggera, che non avrebbero comunque riportato gravi danni dalle scosse.

Il primo ministro giapponese Naoto Kan ha lanciato un appello alla calma alla popolazione, esortando i suoi concittadini a tenersi costantemente informati su quanto riguarda il sisma. "I danni interessano ampie zone del paese, soprattutto per quanto riguarda la regione nordorientale", ha affermato nel corso di una conferenza stampa. "Il nostro governo fara' il massimo dello sforzo per garantire la sicurezza delle persone e ridurre al minimo i danni causati dal sisma".

Per il segretario del gabinetto nipponico, Yukio Edano, probabilmente si e' trattato del peggior sisma della storia del paese.

Trenta squadre di soccorso delle Nazioni Unite sono in allerta e pronte a fornire il loro aiuto in Giappone. Lo ha annunciato Elisabeth Byrs, portavoce dell'Ufficio Onu per il coordinamento delle questioni umanitarie. "I nostri esperti sono in stretto contatto con le autorita' giapponesi e finora tutte le risorse nazionali del Giappone sono pienamente impegnate nella risposta all'emergenza", ha detto la funzionaria Onu, spiegando che ci sono"squadre internazionali in allerta con 30 team pronti a essere impiegati su richiesta del Giappone".

Il Giappone ha emesso un allarme tsunami di sei metri e il Pacific Tsunami Warning Center delle Hawaii ha avvertito che l'allarme vale per Giappone, Russia, Marcus Island e Marianne del nord. Una avvertenza tsunami e' stata emessa per Guam, Taiwan, Filippine, Indonesia e isole Hawaii. Il Servizio meteorologico degli Stati Uniti ha lanciato un allarme tsunami anche per la costa nordamericana del Pacifico, dall'Alaska alla California.

Intanto l'Unita' di Crisi della Farnesina, in contatto con l'ambasciata d'Italia a Tokyo, sta verificando l'eventuale coinvolgimento di italiani. Per i familiari che volessero avere notizie dei loro parenti a Tokyo e' stato attivato il numero telefonico dedicato 055/2779254.

Per il momento si sa che stanno tutti bene i 311 componenti dell'orchestra e dello staff del Maggio Musicale Fiorentino che si trovano dagli inizi di marzo a Tokyo per una lunga tournee'.

adnkronos

video.